Alzabandiera della branca EG di Desenzano 1 durante il campo estivo 2018

Nato nel 1945 come Reparto, oggi conta tutte e tre le branche dello scoutismo e una futura partecipazione al 24esimo Jamboree.

La Branca Esploratori e Guide del gruppo scout di Desenzano 1 parteciperà al ventiquattresimo Jamboree che si svolgerà in West Virginia dal 22 luglio al 2 agosto 2019. Si tratta di un raduno mondiale del quale farà parte anche il contingente italiano. Per poter partecipare è necessario iscriversi, ma solo alcuni fortunati estratti a sorte potranno vivere questa grande avventura. È un grande onore per il Desenzano poter partecipare al Jamboree rappresentando il gruppo, ma anche il contingente italiano.

Molte persone parlano dello scoutismo, senza sapere concretamente di cosa si tratti. Magari ne hanno un’idea generale, ma contaminata da stereotipi popolari. Conoscere da vicino la storia e l’organizzazione del gruppo scout Desenzano 1 può aiutare a comprendere meglio questa realtà.

La zona di Brescia conta 22 gruppi scout, 14 di Brescia città e i restanti della provincia. Sono tutti gruppi Agesci (Associazione guide e scout cattolici italiani), ovvero praticanti la religione cattolica. In Italia esistono anche i gruppi Cngei (Corpo nazionale giovani esploratori e esploratrici italiani) di impostazione laica. Il gruppo Desenzano 1 nasce nel 1945, periodo che vede la rinascita in Italia del movimento scout. Il regime fascista aveva infatti visto nello scoutismo il più temibile avversario dell’Opera Nazionale Balilla, organizzazione giovanile del regime, e il 9 gennaio 1927 ne aveva decretato la definitiva sospensione. Vennero così ritirati i materiali e distrutte le sedi. In molte città, gli scout parteciparono alla Messa e deposero le fiamme e la bandiera sotto l’altare. È noto però che durante il periodo della soppressione lo scoutismo non scomparve del tutto: ne sono la prova le Aquile Randagie, uno dei gruppi che in quegli anni continuarono a svolgere le attività in segreto.

Don Ludovico e gli scout del gruppo Desenzano 1
Don Ludovico e gli scout del gruppo Desenzano 1

Dopo il buio del periodo fascista, proprio a Desenzano, Don Ludovico diede inizio allo scoutismo, coinvolgendo i ragazzi che allora frequentavano l’oratorio della città e che uscivano da un’esperienza molto dolorosa, ancora turbati dalla guerra appena conclusa. Vestire un’uniforme affascinava i ragazzi che accolsero bene l’idea. Nell’oratorio si organizzò la prima sede e si ricavarono le uniformi adottando le camicie militari e le Fiamme Azzurre con il Giglio dell’Asci ricamato d’oro. Così lo scoutismo rappresentò per Desenzano e per molte altre città d’Italia un modo per riprendersi dalla guerra e da tutto ciò che essa aveva portato con sé.

Oggi il gruppo di Desenzano 1 è cresciuto notevolmente rispetto a 70 anni fa. Nato originariamente come Reparto riservato ai ragazzi dai 13 ai 16 anni, ora conta tutte e tre le branche dello scoutismo: la Branca LC, Lupetti e Coccinelle, che va dagli 8 ai 12 anni, dove il tempo è dedicato per la maggior parte al gioco; la Branca EG, Esploratori e Guide, che va dai 12 e 16 anni, dove si sviluppano abilità manuali e si ha a cuore il concetto di essenzialità ed eliminazione del superfluo; infine la Branca RS, Rover e Scolte, che va dai 16 ai 21 anni ed è la fase in cui ci si mette al servizio degli altri.

Un’altra realtà rilevante del  gruppo Desenzano 1 è il MASCI, ovvero il Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani fondato in Italia, affinché passati gli anni del periodo educativo, i giovani adulti potessero continuare a vivere l’esperienza scout. E così l’avventura continua…

Linda Ruffoni,
Liceo E. Medi, Villafranca (VR)

Avatar

About The Author Redazione

comments (0)

Avatar

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>