Il frutto del lavoro degli studenti del Liceo Medi e dei loro insegnanti è stato mostrato al pubblico durante l’evento che si è tenuto nella prima settimana di febbraio

La Settimana della cultura, organizzata dal Liceo Enrico Medi ha avuto inizio il 3 febbraio e si è svolta a Villafranca e a Sommacampagna.
Dopo il successo del progetto Scopri la scienza in villa, attività organizzata lo scorso anno a Sommacampagna in collaborazione con Penta Formazione, ente con sede a Villa Venier, il nostro liceo ha deciso di ripresentare l’evento, con qualche rivisitazione: sono stati aggiunti laboratori di biologia, lingue, filosofia e scienze umane. In quest’esperienza sono stati coinvolti numerosi studenti. «Sicuramente è una bella esperienza formativa, sia per noi studenti del liceo, sia per i ragazzi di elementari e medie e i loro genitori» afferma una studentessa. Infatti, hanno partecipato alle attività non solo le scolaresche, ma anche le famiglie che nel weekend volevano assaporare qualcosa di insolito: osservazioni al microscopio di molte varietà di insetti, esperimenti sul calore, attività per conoscere il corpo umano e, in particolare, l’apparato respiratorio. Si è svolto anche un laboratorio di spagnolo, organizzato dai ragazzi del linguistico, in cui chiunque poteva imparare un po’ di questa lingua attraverso giochi e attività.

In una «settimana ricca di eventi e con una vasta scelta di laboratori», come afferma una delle ragazze che hanno contribuito, le proposte del liceo hanno spaziato anche in altri ambiti culturali: è stato presentato un percorso tematico riguardante il cinema, in cui si potevano vivere diverse attività che ne ripercorrevano la storia, insieme a laboratori a tema storico e filosofico, con giochi di immedesimazione in bambini della civiltà romana e racconti di miti originari dell’antica Grecia. Oltre a queste attività, durante la Settimana della cultura si sono svolte numerose conferenze tenute da esperti e anche dagli stessi alunni del liceo Medi, che ogni giorno hanno trattato gli argomenti più disparati.

Parlando con gli studenti degli aspetti più positivi di questa esperienza, i ragazzi hanno sottolineato il lavoro di gruppo: «Non eravamo mai da soli ad esporre e, soprattutto, non eravamo quasi mai con nostri compagni di classe, ma con studenti di altre classi». Ciò fa emergere come questo sia stato anche un momento in cui migliorare le relazioni tra le classi. I ragazzi ci hanno detto anche che quest’esperienza li ha aiutati ad entrare in un’ottica più professionale, dovendosi confrontare con un ambiente diverso dal quello scolastico.

Lorenzo Barbuscio
Liceo E. Medi, Villafranca (VR)

Photo Gallery

About The Author Redazione

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>